Categorie
#reportage Petizioni

Il canide oggi di nuovo sotto i ferri

Bene. Cioè bene. Insomma. Pare che la spalla che mi fa malissimo da due mesi e che non mi permette di svolgere alcuni movimenti, e che per colpa di questo mi ha fatto rifiutare un lavoro che era molto fisico, non sia rotta. Però si è rotto il cuore (figurativamente). Oltre l’esborso di 5000 euro per le operazioni , medicine e le medicazioni, oggi Chupito subirà un altro intervento. In questo momento è sotto i ferri. Altri 475,00 euro in preventivo. E meno male che ci sono loro, tra l’altro. Sono fantastici i medici che lo seguono.
Io mi vergogno di come vengono gestite le cose in questo periodo in Italia. Una vittima che si ritrova a dover anche pagare è un’offesa alla giustizia. Il mio appello è questo: chiedo al governo e alle opposizioni, non solo che venga assicurato un rimborso a chi subisce qualsiasi incidente su suolo pubblico, ma anche e soprattutto che questi episodi vengano regolati dal settore pubblico e non da assicurazioni volontarie.
Intanto, come diceva Totò: “e io pago”.
Sarà contenta la padrona del cane che ci ha devastati. La giustizia sembra essere dalla sua parte.
Mi domando in che paese sto vivendo. Poi si sta a guardare se si compra una candela oppure un monopattino.
Sono rimasta senza speranze. L’unica è quella che io ed il mio cane, aggrediti violentemente in mezzo alla strada, un giorno, otterremo giustizia.

Forza canide, sei un vero lottatore.

Stefania Memeo

gf.me/u/yxb5gs

Di stefonwater79

13 risposte su “Il canide oggi di nuovo sotto i ferri”

Querelata quasi subito ma la querela è a se, non c’entra col risarcimento. La querela segue il reato e stop. In pratica: a me, che sono la vittima, non viene in tasca nulla. Ecco perché ho avuto questa idea della RCA obbligatoria; tra l’altro il cane viene trattato giuridicamente come un oggetto di proprietà quindi o secondo me si cambia direzione su questa concezione oppure si adegua alla “proprietà” tutto il diritto oltre che il dovere (già attuato).

Piace a 1 persona

Spero che Chupito adesso stia bene. So cosa significa pagare tanti soldi per un amico peloso ma se starà bene non ci son soldi più importanti dellasuasalute. È vero dovrebbero fare delle convenzioni anche per gli animali ma in Italia siamo sempre indietro per molte cose. Io ho perso due miei figli cani e li ho sempre nel cuore e il dolore è stato grandissimo. Se fosse stata questione di soldi avrei venduto tutto ma non c’era speranza purtroppo. 😥

"Mi piace"

Non lo ritengo affatto giusto. In Italia c’è l’obbligo sanitario e assistenziale per chi adotta o compra un cane. Mancano però i diritti e la possibilità di non dover andare in malora a causa di qualcosa che si subisce in pieno come quello che ci è successo. Non capisco cosa ci voglia in un paese civile, a regolare queste due cose nella giusta misura. Sicuramente ci sono cose piú importanti, ma l’affetto che si da a un cane spesso viene quantificato il doppio se non il triplo economicamente e non c’è nulla che regola questo. Nemmeno una assicurazione obbligatoria, ad esempio.

"Mi piace"

Scusa se ti faccio domande neo commenti ma sto cercando di preparare un post sul tuo Chupito nel migliore dei modi e per far arrivare più gente possibile sia al sito dei fondi che a quello della petizione. 🤗

"Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.